Diabete: diminuire il peso per prevenirlo

In tutto il mondo i casi di diabete negli adulti stanno aumentando. obesità diabete 4Secondo le ultime notizie, il diabete di tipo 2 è in aumento anche tra i bambini.

Nei soggetti affetti da diabete non curato, il livello del glucosio (lo zucchero contenuto nel sangue) può essere due o tre volte superiore alla norma.

Nel diabete di tipo 1 questo accade perché c’è una carenza di insulina, ossia l’ormone prodotto dal pancreas per convogliare il glucosio nei muscoli e negli altri tessuti.

Nel diabete di tipo 2 l’insulina è solitamente prodotta in quantità abbondanti, ma i muscoli che normalmente risponderebbero assorbendo il glucosio per utilizzarlo come energia o immagazzinarlo, diventano resistenti all’insulina e i livelli di glucosio nel sangue aumentano.

Diabete di tipo 1 o diabete insulino-dipendente

Il diabete di tipo 1 si manifesta solitamente nei bambini e si verifica quando le cellule del pancreas che producono insulina vengono distrutte da una reazione auto-immune.

   insulinaNon è ancora del tutto chiaro perché succede questo, ma si è riscontrato che i soggetti con una predisposizione genetica sono maggiormente a rischio e si è anche ipotizzato che la causa scatenante del processo possa essere un’infezione virale.

Questo tipo di diabete si cura con iniezioni regolari di insulina e viene anche chiamato “diabete insulino-dipendente”.

Diabete di tipo 2

Denominato in precedenza “diabete non-insulino dipendente”, il diabete di tipo 2 era riscontrato, fino ad alcuni anni fa, soltanto nelle persone di mezza età e negli anziani.

obesità diabete 1Recentemente, tuttavia, si è diffuso in tutte le fasce di età e viene attualmente diagnosticato in soggetti sempre più giovani con una predominanza di adolescenti e bambini con media o grave obesità.

I casi di Diabete di tipo 2 si verificano sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo.

L’aumento dell’incidenza è motivo di preoccupazione, perché questa malattia non si dovrebbe manifestare nel bambino e potrebbe essere evitata con misure preventive.

Resistenza all’insulina

Quando i muscoli diventano insensibili o resistenti all’insulina, non riescono ad assorbire rapidamente il glucosio in circolazione nel sangue.

Il pancreas reagisce producendo una quantità sempre maggiore di insulina per compensare.

Quando il pancreas non ce la fa più a soddisfare la domanda sempre crescente di insulina, i livelli di glucosio nel sangue aumentano e si può sviluppare il diabete.

Diabesity

obesità diabete 3Viene usato questo termine per denominare l’associazione tra diabete di tipo 2 e obesità.

E’ noto da tempo che il sovrappeso e l’obesità sono malattie che possono portare al diabete di tipo 2 e che l’obesità è una condizione di resistenza all’insulina.

In particolare, le persone affette da obesità centrale, in cui il grasso si concentra intorno alla vita, sono quelle con maggiori probabilità di diventare resistenti all’insulina.

Non è una coincidenza che i casi di diabete di tipo 2 siano aumentati proporzionalmente all’aumento globale dell’incidenza del sovrappeso e dell’obesità.

Uno stile di vita sano

La diminuzione del peso corporeo e l’attività fisica sono misure di vitale importanza sia per la prevenzione che per la cura della “diabesity”.

Anche una moderata perdita di peso può portare ad una netta riduzione della resistenza all’insulina consentendo di migliorare la gestione del glucosio da parte dell’organismo e il metabolismo in generale.

obesità diabete 2L’attività fisica offre inoltre il duplice vantaggio del controllo del peso e del miglioramento della sensibilità all’insulina con conseguente miglior assorbimento del glucosio, in particolare nei muscoli.

Il fattore materno

Vi sono prove convincenti che il diabete materno, compreso quello gestazionale, che si sviluppa nella madre durante la gravidanza, incrementi la probabilità del bambino di sviluppare il diabete di tipo 2 in fasi successive della vita.

Poiché l’obesità è un importante fattore di rischio modificabile per il diabete gestazionale, la prevenzione dell’obesità nelle donne in età feconda è una misura preventiva di grande interesse.

La prevenzione: una priorità

Il diabete è una malattia debilitante, che espone i malati a un maggior rischio di eventi cardiovascolari, problemi circolatori e ipertensione.

L’aumento del diabete di tipo 2 associato a obesità (“diabesity”) tra i bambini è fonte di particolare apprensione.

La prevenzione, attraverso l’adozione di un’alimentazione e uno stile di vita più sani, deve avere la massima priorità.

In particolare ogni sforzo dovrà essere compiuto per diminuire il rischio, l’incidenza e le conseguenze del diabete di tipo 2 negli adulti a rischio nonché il sovrappeso e l’obesità nei bambini e nei giovani.

Fonti:

Drake A.J. et al.,  “Type 2 diabetes in obese white children” Archives of Diseases in Childhood, 86, 2002, pp. 207-208

Gahagan S., “Prevention and treatment of type 2 diabetes mellitus in children, with special emphasis on American Indian and Alaska Native children”. Pediatrics, vol. 112 n. 4, 2003

Tuomilehto J. et al., “Prevention of type 2 diabetes mellitus by changes in lifestyle among subjects with impaired glucose tolerance”, N Engl J Med, 2001, pp. 1343-50. EUFIC – European Food Information Council

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...